Pordenone. Sasso contro il finestrino di un treno: ferita ragazza di 19 anni

Pordenone. Sasso contro il finestrino di un treno: ferita ragazza di 19 anni

(Lasiciliaweb.com): Fujii: “Etna, vulcano tenuto bene sotto controllo”

31/07/2001

TOKYO – L’ Etna è uno dei vulcani più terribili ma è anche il meglio studiato e controllato al mondo grazie a un sistema di rilevamento molto avanzato. Lo ha detto oggi all’Ansa il vulcanologo giapponese Naoyuki Fujii, docente all’università di Nagoya, che ha effettuato più volte sopralluoghi sull’Etna e osservato da vicino il sistema di rilevamento e le misure adottate dalla Protezione civile italiana nell’ultima grande eruzione del 1991-1992.

«Conosco bene Franco Barberi e in quell’occasione rimasi ammirato dello stretto coordinamento tra Protezione Civile, esercito, vigili del fuoco e polizia – ha detto Fujii – Ho saputo che di recente il sistema di rilevamento sul posto dei movimenti del vulcano è stato ulteriormente potenziato. Credo che il sistema sia in grado di avvertire con sufficiente anticipo qualsiasi nuova eruzione o apertura di nuove colate di lava».

Fujii ha confidato di seguire con attenzione la situazione sull’Etna dai notiziari e sui siti Internet e ha ammesso che «l’eruzione in corso oggi è sicuramente più grave e più pericolosa di quella di 10 anni fa, perchè più vasta e con formazione di più colate laviche. Temo molto per il rifugio Sapienza. Va difeso a ogni costo perchè se verrà inghiottito dalla lava, salterà anche una parte importante del sistema di rilevamento dell’attività del vulcano. E allora gli esperti e la Protezione civile resteranno al buio».

Il vulcanologo ha comunque ribadito «grande fiducia» nella competenza e nelle conoscenze accumulate sull’Etna da parte degli esperti italiani e stranieri. « In questo campo – ha ammesso – il Giappone ha poco da insegnare e molto da imparare dall’Italia. Non conosco quale sia la forza di alimentazione delle colate al punto di origine sull’Etna e quindi mi è impossibile fare qualsiasi previsione su fin dove potrà scendere la lava».

Secondo Fujii, in Giappone l’unico vulcano che fa veramente paura come l’Etna è il Fuji, 3.776 metri di altitudine e inattivo dal 1707. Di recente ci sono stati segnali di possibile risveglio del maestoso vulcano, ma per ora lo spettro di un nuovo Etna ad appena 150 km. dalla capitale Tokyo è lontano. « Abbiamo avuto lo scorso anno – ha ricordato – un’eruzione del vulcano Oyama nell’isola di Miyakejima e la popolazione è stata evacuata. Ma non è stato alcunchè di paragonabile con l’enorme energia che cova sotto le pendici dell’Etna».