Tre sindaci e un ballottaggio

Tre sindaci e un ballottaggio

Politica

Il risultato migliore il centrosinistra lo ha ottenuto a Ventasso, neo comune al suo primo appuntamento con le amministrative. L’incarico di sindaco va ad Antonio Manari, candidato di Ventasso Adesso, lista appoggiata dal Pd, che col 51,35 ha vinto la sfida contro Paolo Bargiacchi, antagonista che si era presentato a sopresa, con una formazione sempre di centro sinistra, che ha totalizzato il 48,64%. I voti di scarto tra i due contendenti sono stati soltanto 69, su 2.728 elettori alle urne nel neo comune formatosi con la fusione di Collagna, Busana, Ramiseto e Ligonchio.

Il centro sinistra si conferma anche a San Martino in Rio. Paolo Fuccio, della lista Uniti per San Martino, prende il posto di Oreste Zurlini, grazie al 46,42% di voti conquistati. Col 39,41% il secondo aspirante primo cittadino più votato è Luca Villa del centro destra (Lista civica – Alleanza Civica). 14,15% di voti, invece, sono stati espressi a favore della formazione di sinistra Progetto San Martino, guidata da Fabio Lusetti.

A Castellarano i giochi sono stati diversi. Il comune della zona ceramiche era l’unico in cui correva il Movimento 5 Stelle, partito più votato dai cittadini alle ultime politiche. Queste amministrative hanno comunque confermato la formazione politica che ha governato nell’ultima legislatura, targata Partito democrativo. A Gian Luca Rivi succederà Giorgio Zanni, della lista Castellarano Bene Comune. L’ex assessore all’ambiente è stato il candidato sindaco più votato. Ha raccolto il 44,98%. Il 30,34% di preferenze le ha ricevute invece Alberto Contini della lista Castellarano di Tutti. Contitini, candidato di centro destra, ha superato Stefano Salomoni del Movimento 5 Stelle, che si fermato al 24,66% di voti.

C’è poi il caso di Casina, dove si è realizzata quella che in pratica appare un’ipotesi di scuola. Nel comune dell’Appennino, due candidati sindaco sono risultati i più votati con lo stesso numero di consensi. Si tratta dell’uscente Gian Franco Rinaldi e di Stefano Costi, alla guida di una lista civica.